Coronavirus a Biella: lo psicologo può aiutarti?

psicologa a biella e provincia contro il coronavirus

Ciao,

i casi di Coronavirus a Biella e dintorni sono ormai una certezza e dunque, come psicologa libera professionista, che opera a Biella e provincia, non ho potuto non interrogarmi sull’opportunità o meno di scrivere in merito a questa epidemia.

Mi sono chiesta: quale ruolo ho, come psicologa a Biella, adesso che la paura sta iniziando a serpeggiare?

Il primo strumento dello psicologo è la parola ed è dunque attraverso di essa che voglio dare il mio contributo come psicologa di Biella.

Scriverò alcuni articoli su questo tema nei prossimi giorni perché dar voce ai propri vissuti interiori, condividere i propri pensieri è il primo passo per evitare che le emozioni prendano il sopravvento creando “mostri” laddove ancora non ci sono.

Perché il mio articolo può servire a te che abiti a Biella?

Non ho competenze scientifiche in merito all’evolversi del Covid-19 ma, come psicologa biellese ho competenze emotive che mi consentono di prevedere cosa può accadere nel mondo interno delle persone più fragili e suggestionabili… ed anche di chi suggestionabile non è ma sa essere previdente al punto giusto.

Se i miei articoli saranno per te, Biellese che mi segui, un piccolo aiuto per gestire al meglio questo momento sarò lieta di aver contribuito come psicologa a rendere le tue giornate più lievi e, allo stesso tempo, produttive perché la tua vita non può e non deve fermarsi…

“Il dolore vissuto in solitudine diventa disperazione,
il dolore condiviso diventa energia”
Rainer Maria Rilke

Non tenere per te le paure che stai vivendo, i pensieri che stai formulando: scegliere di condividere ciò che vivi con una persona che ti capisce, parente o professionista che sia, che ti aiuti a mettere ordine nei tuoi pensieri e nelle tue emozioni contribuirà a rendere il Coronavirus meno virulento per la tua psiche.

In qualità di psicologa a Biella spero di offrirti una chiave di lettura di quello che tu e tutti noi biellesi stiamo vivendo che ti consenta di gestire al meglio la paura.


La vita a Biella è limitata dal Coronavirus?

Questo punto può essere trattato da molte angolazioni differenti ed in questo primo articolo sulla diffusione del contagio a Biella desidero concentrarmi su ciò che mi è stato impossibile non notare in questi ultimi giorni.

Semplificando:
Covid-19 ci permette di riflettere sul valore di qualcosa che ormai diamo per scontato:
LA CONDIVISIONE.

Nel 2020 sfido che qualcuno si fermi a riflettere sul grande valore che ha il poter:

  • essere liberi di incontrare chi amiamo e di parlare liberamente con loro, quando e come vogliamo;
  • abbracciare nostro padre, nostro figlio, nostro marito;
  • stringere la mano ad uno sconosciuto;
  • parlare relativamente vicino ad una persona senza chiedersi se i respiri si mescoleranno;
  • andare ad un cinema, al bar per un caffè al volo, in piscina, in palestra;
  • andare a scuola o all’università;
  • programmare un viaggio;
  • usare il proprio smartphone e poi passarlo ad un amico per mostrargli una foto che lui/lei, con le proprie dita, ingrandirà toccando lo schermo del nostro device…

Piccoli gesti e piccole decisioni che ci fanno sentire parte di una comunità e alle quali, ad oggi, anche a Biella, ci viene chiesto di porre attenzione.


Cosa sta succedendo nel mio studio?

Ieri, nel mio studio professionale a Biella, ho incontrato 4 pazienti e, per la prima volta, negli ormai molti anni di libera professione, non ho stretto loro la mano: li ho salutati senza contatto fisico ed ammetto che è stato strano…

poi ho incontrato i miei genitori e non ci siamo dati un bacio di commiato…

poi dovevo decidere se andare a mangiare una pizza con il mio compagno e abbiamo optato per la consegna a domicilio…

Lunedì dovevo recarmi ad una visita specialistica non urgente a Milano e ho deciso di rinviarla…

Eccesso di precauzione?
Falso allarmismo?

Panico ingiustificato dilagante a Biella?

No, non credo!

Si tratta di senso civico e di responsabilità verso se stessi e verso quelle categorie di persone più a rischio: anziani biellesi, malati biellesi che assumo farmaci che deprimono il sistema immunitario, giovani e meno giovani in salute ma che, se si ammalano, in quanto facenti parte del “popolo delle partite iva” hanno ben poche tutele in caso di assenza dal lavoro.

Fino a pochi giorni fa, Il Coronavirus non era una “minaccia tangibile” per la nostra realtà biellese.
Ma le cose non sempre vanno come ci si aspetta…

Ora uno psicologo biellese non può più non fare i conti con le richieste dei propri pazienti in merito a come gestire la paura (leggi qui il mio articolo dedicato) propria ed altrui indotta da Covid-19. Seguiranno altri articoli in merito ma oggi lo spunto più importante è proprio relativo al non permettere ad un virus di togliere ciò che fa bene al cuore e alla mente dell’uomo: l’essere in relazione.

Condividere le mie emozioni con uno psicologo di Biella può essere utile?

coronavirus e psicologia a biella

Una mia paziente biellese, qualche giorno fa, mi scrisse un whatsapp che, più o meno, recitava così:

“Valeria, vorrei chiederti cosa ne pensi di ciò he sta succedendo nel mondo in merito al Coronavirus ed, in particolare, a Biella e nel biellese… non so come aiutare i mie famigliari più deboli e dunque più facili preda dell’ansia e come gestire il mio senso di limitazione della libertà…”

Da questa domanda è nata l’idea di questi articoli: non mi sento certo in grado di parlarne da un punto di vista medico ma è mio dovere parlarne da un punto di vista psicologico e dirti che confrontarti con un “professionista delle emozioni” può davvero fare la differenza per evitare che questo momento storico, la cui durata ci è ignota, limiti la tua vita oltre il necessario, comprendendo quali misure precauzionali ha senso adottare e quali no…

Semplificando:
un approccio scientifico alle tue emozioni e uno spazio di condivisione esterno alla tua cerchia famigliare ed amicale ti consentirà di non fomentare l’ansia tra le mura domestiche dando il giusto ordine al tuo mondo interno.

La mia attività di psicologa a Biella mi consente di offrirti la possibiiltà di:

  • condividere con il giusto spirito critico ed un equilibrato controllo le notizie da cui ogni giorno veniamo bombardati;
  • aiutarti a spiegare ai tuoi figli cosa sta succedendo a livello Biellese e mondiale;
  • sentirti meno solo;
  • sostenerti se vivi un senso di precarietà e fai fatica a progettare la tua vita nei mesi a venire;
  • aiutarti se non sai più bene che decisioni prendere;
  • fare chiarezza se stai avvertendo dei disagi fisici che non riesci bene a decodificare ma che, con buona probabilità, sono manifestazioni di ansia
  • e poi… posso semplicemente “esserci” per lavorare insieme per accettare meglio ciò rispetto a cui solo in parte si può combattere…

Niente allarmismi ma…

Come le autorità ci ricordano, a Biella non sono necessari allarmismi ma le giuste “contromisure psicologiche” vanno prese e, se lo desideri, possiamo provare insieme!

ATTENZIONE

Non escludo che si renda necessario per tutelare tutti i miei pazienti, visto il numero elevato di persone che incontro ogni giorno, di realizzare i colloqui psicologici via skipe o via telefono: ne verrete informati in sede di prenotazione del colloquio (nulla cambia rispetto ad una condivisione dal vivo, soprattutto in questo momento storico)

Se sei interessato/a ad approfondire puoi prenotare il tuo primo colloquio compilando il form che trovi qui sotto…

Dott.ssa Valeria Mora
Psicologa cognitivo comportamentale e sistemica

Sono la Dott.ssa Valeria Mora e svolgo la mia attività di psicologa a Biella e provincia da ormai diversi anni. Dimentica il mito dello psicologo da film: non uso lettini, lavoro con tantissime persone sane che da me trovano: ascolto attento, nessun giudizio, consigli concreti con solide basi cognitivo-comportamentali, sistemiche e comunicative.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1
Benvenuto o benvenuta: scrivimi direttamente su WhatsApp
Powered by